ifanews

25. settembre 2017

Ultimo aggiornamento11:23:59 AM GMT

Banner

News

ALIMENTA2TALENT: PRESENTATA LA TERZA EDIZIONE DELLA CALL INTERNAZIONALE PER NUOVE START UP AGROALIMENTARI

E-mail Stampa PDF

(Milano, 16 novembre 2015) – E’ stato presentato all’Urban Center del Comune di Milano il programma 2015 di “Alimenta2Talent”, il concorso internazionale per progetti di impresa nel settore agroalimentare, promosso dal Comune di Milano e dal Parco Tecnologico di Lodi – Science Park. 
Giunto alla terza edizione, il progetto ha raccolto i messaggi che Expo ha lanciato nel corso dei sei mesi dell’esposizione universale: una sfida al cambiamento nel campo della produzione agroalimentare e nei nuovi consumi. Ed è in questa ottica che si muove “Alimenta2Talent” 2015 che vedrà il Parco Tecnologico di Lodi ancor più impegnato nella fase di sviluppo delle nuove start up.
“Il successo delle prime due edizioni di Alimenta2Talent ha reso evidente la voglia dei nostri ragazzi di fare impresa a Milano – ha spiegato Cristina Tajani, Assessore al Lavoro, Sviluppo economico, Università e Ricerca del Comune di Milano –  L’auspicio è che questa call riceva la stessa risposta entusiasta della scorsa edizione, che ha avuto ben 100 richieste di partecipazione. Iniziative come queste sono fondamentali per generare a Milano, e nell’intero sistema Paese, un circolo virtuoso che alimenti la voglia di lavorare in un settore, come quello agroalimentare, ricco di stimoli e sfide professionali interessanti, come Expo 2015 ha ampiamente dimostrato”.
Alimenta2Talent 2015 presenta delle novità per la sua terza edizione: il percorso di accelerazione di Alimenta si articolerà in tre fasi, con momenti di valutazione intermedi. La prima fase procederà alla definizione di un modello di business solido; una seconda fase assegnerà dei voucher a 3 dei 5 progetti d’impresa finalisti, funzionali allo sviluppo del business e del piano commerciale. Nell’ultima fase vedrà la selezione del progetto d’impresa “Champion” del programma. Il Champion di Alimenta sarà il progetto che avrà creato il maggior valore nel periodo di accelerazione, per il quale è previsto un ulteriore contributo economico oltre alla valutazione, da parte del Parco Tecnologico di Lodi, dell’opportunità di investimento diretto.
“Dalla sua costituzione ad oggi Alimenta ha creato 46 start up e ne ha supportate oltre 80, ha raccolto fondi per circa 26 milioni di euro tra pubblico e privato e generato 150 nuovi posti di lavoro qualificati – ha dichiarato Gianluca Carenzo, Direttore del Parco Tecnologico di Lodi e Presidente APSTI – Alimenta2Talent è la competizione che, grazie alla collaborazione con il Comune di Milano, intende creare una Hub del Food e e del Food Tech. L’Acceleratore del Parco Tecnologico di Lodi  è nato per valorizzare questa potenzialità con gli strumenti giusti per concretizzarsi in progetti di impresa tangibili e capaci di generare occupazione, tanto da renderci possibili partner per nuove start up”.
La call internazionale prende il via oggi e il termine per la presentazione dei progetti è fissato per il prossimo 31 dicembre (http://www.alimenta2talent.eu/#home-section-apply).
Le tematiche per partecipare alla competizione riguarderanno proposte per nuovi prodotti, ingredienti, novel food che apportino un contributo sostanziale alla salute, al benessere e alla qualità di vita; design packaging per la filiera Alimentare; tecnologie per la produzione, trasformazione della filiera AgroFood; Internet of Food (IoT); Smart Agriculture e Precision Farming; soluzioni per la valorizzazione degli scarti e biomateriali; innovazione sociale per la sharing economy agroalimentare; biotecnologie in ambito Life Sciences e per le produzioni agroalimentari (Food Safety e Food Security).
Tutte le proposte saranno valutate da una Commissione Tecnica, composta da profili di alto spessore tecnologico e di business: grandi imprese del settore food e della Bioeconomia, rappresentanti del mondo finanziario, insieme ai responsabili della Ricerca e Sviluppo del Parco Tecnologico che restringerà la rosa dei finalisti fino a determinare 5 progetti vincitori che parteciperanno per 6 mesi (da aprile  a settembre 2016) all’ Alimenta Accelerating Program, all’interno dell’incubatore certificato del Parco Tecnologico di Lodi, dove svilupperanno un piano di business solido e acquisiranno tutti gli elementi abilitanti per un piano commerciale da presentare successivamente agli investitori.
PARCO TECNOLOGICO DI LODI – PTP - SCIENCE PARK
Il Parco Tecnologico di Lodi è il primo Parco Tecnologico italiano che opera nei settori dell’agroalimentare, della bioeconomia e delle scienze della vita. Grazie ai suoi programmi di ricerca e ai laboratori specializzati, offre servizi alle aziende che vedono nell’innovazione uno strumento di competitività. Tra questi anche servizi di certificazione e controllo contro le frodi alimentari attraverso il suo marchio DNA Controllato. Con l’Acceleratore Alimenta, il PTP supporta inoltre la nascita di nuove imprese. http://www.ptp.it/
COMUNE DI MILANO – ASSESSORATO ALLE POLITICHE PER IL LAVORO, SVILUPPO ECONOMICO, SMART CITY, UNIVERSITÀ E RICERCA AL COMUNE DI MILANO
L'assessorato da tre anni è impegnato nello sviluppo di una moderna rete di incubatori d'impresa volti a offrire spazi e opportunità all'intraprendenza dei più giovani. Grazie al rapporto consolidato con le Università e gli operatori privati stiamo favorendo l’innovazione e facilitando l’acceso al microcredito e l’assegnazione di spazi pubblici in periferia a nuove attività che intendono integrarsi nel territorio oltre a incentivare l’utilizzo di spazi di coworking e il rientro dei talenti italiani all’estero per creare nuove imprese e occupazione a Milano.

ASSOFINANCE riporta la FINANZA IN PIAZZA a Milano

E-mail Stampa PDF

ASSOFINANCE riporta la FINANZA IN PIAZZA a Milano

Terza edizione
ASSOFINANCE E UNIVERSITA' MILANO BICOCCA 
Convegno Financial Literacy - Cultura finanziaria nei tempi di crisi
Milano, 16-17 Settembre 2015 Università Milano Bicocca

Clicca sulle locandine per scaricare il programma

La partecipazione è gratuita.

Per informazioni e registrazioni si prega contattare Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Final Programme Sept16 17 2015 Financial Literacy Plenary Sept17 2015

PEPSICO SI AGGIUDICA LA UEFA CHAMPIONS LEAGUE

E-mail Stampa PDF

La nuova partnership sottolinea la passione di lunga data del leader del Food & Beverage per il grande calcio

I marchi di punta globali di PepsiCo - Lay’s, Gatorade e Pepsi Max - hanno unito le forze con la UEFA Champions League. Così PepsiCo oggi ha annunciato la sua nuova partnership con il prestigioso torneo Europeo di calcio per club. L'accordo di PepsiCo con la UEFA Champions League inizierà ufficialmente il 1° luglio, prima dell'inizio della stagione 2015/16. Lay’s, Gatorade e Pepsi Max saranno i marchi principali della sponsorizzazione, a cui si aggiungeranno Doritos, Lipton e 7Up.  Ramon Laguarta, CEO di PepsiCo Europa, ha commentato: "L'annuncio di oggi rafforza il rapporto già consolidato tra la nostra Azienda e il grande calcio, portandolo ad un livello ancora superiore. La UEFA Champions League è senza dubbio una delle più prestigiose competizioni calcistiche del mondo e conta più di un miliardo di appassionati spettatori ogni stagione, un’opportunità senza precedenti per entrambe le parti. Nutriamo una grande passione per il calcio e non vediamo l'ora di condividerla con i tifosi di tutta Europa e di tutto il mondo."  Aggiunge: "I marchi Food & Bevarege di PepsiCo, uniti alla popolarità della UEFA Champions League, costituiscono un’unione perfetta: unendo le forze sarà possibile creare grandi momenti di aggregazione e divertimento per la famiglia e gli amici. Insieme, porteremo a nuovi livelli l’unione tra calcio ed entertainment e, in vista della stagione 2015/2016, gli appassionati di UEFA Champions League potranno vivere nuove fantastiche esperienze con Lay’s, Gatorade, Pepsi MAX. Rimanete sintonizzati!"

In merito all’accordo Guy-Laurent Epstein, UEFA Events SA Marketing Director, ha commentato:  “E’ con piacere che diamo il benvenuto a PepsiCo come partner ufficiale della UEFA Champions League. Siamo entusiasti di lavorare a stretto contatto con un partner globale come PepsiCo. Questo ci permetterà di coinvolgere fan da ogni parte del mondo attraverso innovative attivazioni di marketing, beneficiando, allo stesso tempo, della vasta esperienza di PepsiCo nell’area dell’intrattenimento al fine di creare ulteriore amplificazione per il marchio UEFA Champions League”

A ROMA L'EXECUTIVE MASTER IN DIRITTO E CONTENZIOSO BANCARIO

E-mail Stampa PDF

Verona – Il 18/19/20 Giugno si terrà a Roma (Centro Congressi Cavour, via Cavour 50), l’Executive Master in Banking Litigation (versione breve) organizzato dalla Business School di Alma Iura, Centro per la formazione e gli studi giuridici bancari e finanziari di Verona: il percorso formativo è dedicato agli avvocati interessati al contenzioso bancario ma anche a commercialisti, magistrati, operatori bancari, consulenti aziendali, consulenti finanziari e funzionari di banca desiderosi di approfondire il tema. Il Master in Diritto e Contenzioso bancario, che inizierà alle 15 di giovedì per concludersi alle 13 di sabato, è stato accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati con 16 CFP e dall’Ordine dei Dottori Commercialisti. Le 16 ore di lezione sono caratterizzate da una metodica didattica fortemente operativa (“how to do it”).
I docenti sono: •Avv. Emilio Girino, Partner dello studio Ghidini, Girino e Associati di Milano. Docente del Centro Universitario di Organizzazione Aziendale (CUOA). Editorialista di MF Milano Finanza e opinionista di Class CNBC. Componente effettivo dell’Arbitro Bancario e Finanziario, Collegio di Milano, Sezione Imprese. Presidente dell’Associazione Alunni Collegio Ghislieri.
•Avv. Marco Rossi, managing Partner dello Studio legale e tributario associato Rossi Rossi & Partners di Verona. Presidente del Comitato scientifico di Alma Iura. Collaboratore de Il Sole 24 Ore. Socio AMASES, Associazione per la Matematica Applicata alle Scienze Economiche e Sociali. Direttore responsabile di “Giurimetrica. Rivista di Diritto, Banca e Finanza”.
•Dott.ssa Eugenia Tommasi di Vignano, Magistrato della Terza Sezione del Tribunale di Verona. I principali temi trattati saranno l’usura bancaria (aspetti giuridici e matematici), il contenzioso in materia di anatocismo, commissioni bancarie, valute e ius variandi, e gli aspetti processuali del contenzioso bancario. “La continua e specifica formazione, a cui si affianca l’esperienza sul campo,” spiega l’avv. Emilio Girino, docente dell’Executive Master “è indispensabile per un professionista che voglia approfondire una materia, come quella del diritto e contenzioso bancario, connotata da uno spiccato tecnicismo. Questo vale per gli avvocati così come per altri professionisti che abbiano incarichi di CTU e CTP ma anche per gli altri attori dello scenario legale di riferimento, come i magistrati e gli stessi operatori bancari. Tanto più in relazione a materie così complesse in perenne stato di instabilità normativa”. Sono previste borse di studio e agevolazioni per età e gruppi.

ACCORDO DI GARANZIA innovFIN A VANTAGGIO DELLE IMPRESE INNOVATIVE ITALIANE

E-mail Stampa PDF

Il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI), e Credito Emiliano S.p.A. (Credem) e CredemLeasing (CREDEM), assistiti da Finanziaria Internazionale, hanno firmato nei giorni scorsi un accordo di garanzia a supporto delle piccole e medie imprese (PMI) e delle imprese a media capitalizzazione, nell’ambito dell’iniziativa “InnovFin-EU finance for innovators”, finanziata dalla Commissione Europea.

Il nuovo accordo, siglato nell’ambito del programma per la ricerca e l’innovazione dell’Unione Europea “Horizon 2020”, permette a CREDEM di mettere a disposizione delle imprese italiane innovative un plafond di 220 milioni di euro di finanziamenti, erogabili nei prossimi due anni,  garantiti al 50% dal FEI.

Commentando la firma, Carlos Moedas, Commissario Europeo per la Ricerca, la Scienza e l'Innovazione, ha dichiarato: "la crisi ha colpito duramente le piccole e medie imprese in Italia: l’accordo di garanzia per le piccole e medie imprese - InnovFin - darà una spinta positiva in quanto aprirà nuove strade per i finanziamenti”.

InnovFin mira a sostenere le banche nell’erogazione di finanziamenti a favore di PMI e Small Mid-Cap (imprese con meno di 500 dipendenti) che svolgono attività di ricerca, sviluppo e innovazione.
L’accordo prevede la concessione di garanzie e contro-garanzie su finanziamenti di importo compreso tra i 25.000 Euro e i 7,5 milioni di Euro, destinati ad attività di ricerca, sviluppo ed innovazione da parte di PMI e Small Mid-Cap (imprese con meno di 500 dipendenti). La garanzia è proposta ad intermediari finanziari (banche o altri istituti) residenti in Stati Membri europei e Stati associati. La percentuale di copertura è fissa e pari al 50% del debito residuo tempo per tempo in essere.

L’accordo rientra nell’ambito delle iniziative previste dal programma comunitario “InnovFin – EU Finance for innovators” sostenuto dal Gruppo Banca Europea degli investimenti (di cui BEI e FEI fanno parte) e dall’Unione Europea tramite “Horizon 2020”.
La mission principale del Fondo Europeo per gli Investimenti è quella di agevolare l’accesso al credito da parte di micro, piccole e medie imprese. A tal fine il FEI offre ai propri intermediari (banche, istituzioni di garanzia, leasing, fondi di venture capital, etc) un’ampia gamma di prodotti finanziari avvalendosi di propri fondi o di quelli gestiti per conto della BEI e dell’Unione Europea. In questo ruolo, il FEI promuove gli obiettivi della UE a sostegno dell'innovazione, della ricerca e sviluppo, della imprenditorialità, della crescita e dell'occupazione. A fine 2014 gli investimenti complessivi netti del FEI a sostegno dei fondi di private equity ammontano ad oltre 8,8 miliardi di euro. Con un portafoglio garantito di oltre 5,6 miliardi di euro, il Fondo Europeo rappresenta uno dei principali enti di garanzia a sostegno delle piccole e medie imprese europee e della micro finanza.
Commentando la sottoscrizione dell’accordo Angelo Campani, Vice Direttore Generale di Credem, ha dichiarato: “Con l’adesione ad InnovFin prosegue la collaborazione tra CREDEM e il Fondo Europeo degli Investimenti per il sostegno delle piccole e medie imprese italiane avviatasi nel 2014 con l’iniziativa Risk Sharing Instruments (RSI) che ci ha permesso  di finanziare, in tempi rapidissimi, i programmi di ricerca e sviluppo di oltre 140 imprese distribuite su tutto il territorio nazionale per un importo complessivo di 80 milioni di euro.
Con la sottoscrizione del nuovo accordo il Gruppo Credem intende confermare il proprio impegno a favore delle imprese

Pagina 1 di 45