ifanews

25. giugno 2019

Ultimo aggiornamento11:23:59 AM GMT

Sei qui: Consulenti News
Banner

News

BlackRock lancia il suo primo ETF per gli investitori internazionali che investe sul mercato azionario cinese A-Share.

E-mail Stampa PDF

BlackRock ha quotato iShares MSCI China A UCITS ETF sulla Borsa di Londra, dando ai clienti istituzionali e retail internazionali l'accesso diretto al mercato delle azioni cinesi A-Share. Il fondo è altresì registrato in Italia e in altri Paesi europei (Austria, Danimarca, Finlandia, Francia, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna e Svezia), ove è quindi disponibile ai soli investitori professionali.

Le azioni A Share del mercato cinese annoverano i titoli di società locali quotati alla Borsa di Shangai o di Shenzen e rappresentano il maggiore segmento del mercato azionario cinese, oltre ai uno dei più performanti a livello mondiale nel 2014, quando il Shanghai Composite Index ha registrato una crescita del 58%. Tuttavia l'acquisto diretto delle A Shares è consentito solo ai cittadini cinesi e gli investitori internazionali possono accedervi attraverso un numero circoscritto e ristretto di canali regolamentati, limitando quindi l'accesso al mercato per molti.

L'iShares MSCI China UCITS ETF offre un'esposizione alle A Share cinese attraverso la quota di BlackRock come investitore estero qualificato in Renminbi. Si tratta dell’unico ETF che replica il MSCI China A International Index, rappresentante un paniere ampio e diversificato di oltre 300 titoli a grande e media capitalizzazione. 

Il fondo è a replica fisica e il TER è pari a 0,65%, inferiore rispetto ad altri ETF a replica fisica che consentono accesso alle azioni A Share cinesi disponibili agli investitori internazionali. 

ZENIT SGR LANCIA STABILITY

E-mail Stampa PDF

Milano, 15 aprile 2015 - Zenit SGR, una delle prime Società di Gestione del Risparmio indipendente a operare in Italia, dopo il successo di Global Opportunities, Stock Picking e Defender lancia Stability, il quarto comparto di Zenit Multistrategy SICAV, un fondo di fondi bilanciato flessibile che intende offrire una soluzione concreta al continuo cambiamento dei mercati finanziari. Stability ha l’obiettivo di generare una performance assoluta e stabile nel tempo con orizzonte di brevemedio periodo, perseguendo una strategia di Asset Allocation dinamica e flessibile che si adegua al contesto di mercato e permette all’investitore di beneficiare di un’ampia diversificazione del portafoglio, non solo a livello geografico e settoriale ma anche rispetto a quella offerta dalle diverse politiche di investimento attuate dai gestori dei fondi sottostanti. Il comparto intende investire almeno i 2/3 degli attivi in OICR (Fondi, SICAV ed ETF) UCITS IV e ha l’obiettivo di esporsi attivamente ai mercati azionari, obbligazionari e monetari. La parte rimanente (1/3 del comparto) potrà essere investita direttamente in singole azioni con particolare riferimento a Società europee a media e grande capitalizzazione, in singole obbligazioni e in altri titoli di debito.

La quota azionaria del comparto è compresa tra lo 0% e il 50% del totale e si riduce sensibilmente fino ad azzerarsi nelle fasi di bear market, modificando il profilo di rischio del portafoglio in modo difensivo. La componente obbligazionaria può invece raggiungere il 100% del patrimonio del comparto. Nel caso di condizioni di mercato eccezionali, Stability può investire fino al 100% del proprio patrimonio in liquidità e/o strumenti del mercato monetario. Gli investimenti del comparto saranno gestiti attraverso l’utilizzo dei modelli di natura algoritmica e quantitativa sviluppati da ADB - Analisi Dati Borsa. Si tratta di modelli in grado di svincolare le scelte di investimento dalla soggettività, basati su tecniche di asset allocation bottom up e top down volte a cogliere le migliori opportunità offerte dai diversi contesti di mercato. Inoltre, l’utilizzo di indicatori quantitativi permette di selezionare le asset class che mostrano le maggiori probabilità di rendimento. “Negli ultimi tre anni Zenit Multistrategy SICAV ha ottenuto ottimi risultati grazie ai comparti Global Opportunities, che in 36 mesi ha guadagnato il 32%, e Stock Picking, che in un triennio ha registrato una performance di quasi il 60% - evidenzia Marco Rosati, Amministratore Delegato di Zenit SGR -. Oggi il contesto di mercato è sempre più sfidante e soggetto a repentini cambiamenti e per questo motivo abbiamo deciso di ampliare l’offerta con un comparto flessibile che possa garantire ai nostri clienti di cogliere le migliori opportunità a fronte di una elevata gestione del rischio. Tutto questo in linea con i valori di indipendenza, di trasparenza e di professionalità che da sempre contraddistinguono Zenit SGR - conclude Rosati -“

FINANZIARIA INTERNAZIONALE SI AGGIUDICA LA GESTIONE DEL FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE DEL BANCO DI NAPOLI

E-mail Stampa PDF

 

Finanziaria Internazionale Investments SGR, società appartenente al Gruppo Finanziaria Internazionale basato a Conegliano Veneto, è stata selezionata tra i gestori del Fondo Pensione Complementare per il Personale del Banco di Napoli.A tale procedura, finalizzata alla ricerca dei migliori investimenti “alternative bond-like”, da scegliere prevalentemente nel settore delle energie rinnovabili, Finint è stata selezionata proponendo l’investimento in Finint Smart Energy, fondo mobiliare di tipo chiuso che investe nei settori dell’efficienza e del risparmio energetico.
Finint Smart Energy è un fondo mobiliare istituito da Finint SGR nel secondo semestre del 2014 e rappresenta un prodotto di nicchia nell’ambito degli investimenti nel campo delle energie. Suo elemento distintivo è una politica di investimento mirata ai settori dell’efficienza e del risparmio energetico, che il Fondo persegue secondo il modello delle Energy Service Companies (ESCO) o, in alternativa, con la formula dei minibond. Con tale prodotto Finint si è voluta focalizzare in un settore in rapida crescita che offre rendimenti interessanti e che, per le caratteristiche di non correlazione al mercato dei capitali e per l’investimento con logica buy and hold, è ideale per investitori istituzionali quali gli Enti Previdenziali, i Fondi Pensione e le Fondazioni Bancarie.
 

 

Finint SGR ha un notevole track record nella gestione di fondi energia, avendo all’attivo 3 fondi immobiliari che investono nelle energie rinnovabili ed 1 fondo mobiliare che investe nell’efficienza energetica (appunto Finint Smart Energy). Mauro Sbroggiò, Amministratore Delegato di Finint Investments SGR, commenta: “Siamo orgogliosi che il Banco di Napoli ci abbia scelti per la gestione del Fondo Pensione dei suoi dipendenti. È un ottimo risultato e un segnale del crescente interesse nei confronti di Finint da parte degli enti previdenziali, che rappresentano per la nostra SGR e per i prodotti che gestiamo, ma non solo, un target con elevate potenzialità”.

 

 

 

 

 

 

 
 

 

 

 

 

 

GO INTERNET SPA - AVVISO DI CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

E-mail Stampa PDF

GOI Signori Azionisti sono convocati in assemblea ordinaria presso la sala riunioni al primo piano della società GDS S.r.l. in Via degli Artigiani 27 – zona ind. Padule - Gubbio (PG), il giorno 28 aprile 2015 alle ore 11,30 in prima convocazione, ed occorrendo, il giorno 29 aprile 2015, stesso luogo ed ora, in seconda convocazione, per deliberare sul seguente Ordine del giorno:

1. Approvazione del Bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2014 corredato dei relativi documenti accompagnatori (Relazione sulla gestione, Relazione del Collegio Sindacale, Relazione della Società di Revisione) - Deliberazioni inerenti e conseguenti.

Partecipazione e rappresentanza in Assemblea

La legittimazione all’intervento in Assemblea e all’esercizio del diritto di voto è disciplinata dalla normativa, anche regolamentare, vigente. Ai sensi dell’art. 83-sexies del D. Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 e successive modifiche e integrazioni (“TUF”), sono legittimati a intervenire all’Assemblea e a esercitare il diritto di voto coloro in favore dei quali sia pervenuta alla Società apposita comunicazione effettuata da un intermediario autorizzato sulla base delle evidenze contabili relative al termine del 7° (settimo) giorno di mercato aperto precedente la data dell’Assemblea (17 aprile 2015 - record date). Le registrazioni in accredito e in addebito compiute sui conti successivamente a tale data non rilevano ai fini della legittimazione all’esercizio del diritto di voto nell’Assemblea. Ai sensi dell’art. 83-sexies, comma 4, del TUF, le comunicazioni degli intermediari devono pervenire alla Società entro la fine del terzo giorno di mercato aperto precedente la data fissata per l’Assemblea in prima convocazione, ossia entro il 23 aprile 2015. Resta ferma la legittimazione all’intervento e al voto qualora le comunicazioni siano pervenute alla Società oltre il suddetto termine, purché entro l’iniziodei lavori assembleari della singola convocazione. Coloro ai quali spetta il diritto di voto possono farsi rappresentare in Assemblea ai sensi di legge, mediante delega rilasciata secondo le modalità previste dalla normativa vigente. 

Documentazione

Il Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2014 ed i relativi documenti accompagnatori saranno messi a disposizione del pubblico presso la sede sociale, e saranno consultabili sul sito internet della Società all’indirizzo www.gointernet.it, nei termini previsti dalla normativa vigente. Gli azionisti avranno facoltà di ottenerne copia.

Gubbio, 10 aprile 2015 - Il Presidente del Consiglio di Amministrazione - Dott. Giuseppe Colaiacovo

Amundi lancia Accumulazione Flessibile TRE

E-mail Stampa PDF

Milano - 8 aprile 2015: Amundi annuncia il lancio di Amundi Accumulazione Flessibile TRE, nuova edizione del fondo flessibile multi-manager ideato per combinare i vantaggi della formula PAC (Piano di Accumulo) con un rigoroso controllo del rischio di portafoglio. L’importo minimo di sottoscrizione previsto è di 500 euro. L’obiettivo di gestione è realizzare una crescita moderata del capitale in un orizzonte temporale di tre anni, rispettando un budget di rischio predefinito. Per conseguirlo, la politica di investimento del fondo prevede una crescita sistematica e programmata dell’esposizione all’azionario su un orizzonte di tre anni, investendo con periodicità predefinita una percentuale fissa dell’attivo (rispetto al patrimonio iniziale) nei mercati azionari globali. “Spesso le decisioni di investimento sono condizionate da fattori puramente emozionali piuttosto che dalle effettive condizioni dei mercati finanziari” - spiega Paolo Proli, Head of Sales & Marketing di Amundi SGR. “Ad esempio si acquista sulla scia dell’entusiasmo o si decide di vendere in un clima generale di panico. E’ invece statisticamente provato che frazionare l’investimento su più rate porta a una diminuzione del rischio legato al market timing. Amundi Accumulazione Flessibile TRE nasce appunto per sfruttare i vantaggi tipici del meccanismo dei PAC, ossia ottenere rendimenti equilibrati, basati sull’andamento di medio-lungo periodo.

Il meccanismo - Al termine del periodo di collocamento (23 giugno 2015 presso i collocatori e 24 giugno 2015 presso la SGR), è prevista la definizione iniziale di un portafoglio in cui sarà principale la componente obbligazionaria, mentre l’investimento nei mercati azionari sarà residuale. In dettaglio, il fondo investirà in titoli di debito (in misura pari al 30% dell’attivo), in fondi ed ETF obbligazionari (in misura pari al 60%), e in fondi ed ETF azionari (in misura pari al 10%). Nei tre anni successivi alla chiusura del collocamento, definiti “periodo di accumulazione”, il gestore modificherà i pesi delle diverse asset class, riducendo gradualmente, con cadenza trimestrale, la componente investita in titoli di debito ed incrementando, specularmente, l’esposizione ai mercati azionari. Entro i tre mesi successivi alla scadenza dell’orizzonte di investimento, è previsto che il fondo sia oggetto di fusione per incorporazione nel fondo “Amundi Flessibile” o in altro fondo gestito da Amundi SGR  caratterizzato da una politica di investimento omogenea o comunque compatibile a quella del fondo “Amundi Flessibile”.

Pagina 6 di 34