Facciamo trasparenza: MEDIOBANCA FTSEMIB 31.01.2020

Stampa

MEDIOBANCA FTSEMIB 31.01.2020 Obbligazioni non subordinate strutturate con Opzione Digitale a 6 anni ISIN IT0004981467

Il prodotto finanziario ha un prezzo di emissione pari a 1000 euro, di cui 913 euro rappresentano il valore teorico (o fair value) del prodotto e 87 euro i costi a carico dell’investitore. Il fair valueè a sua volta suddiviso in due componenti che evidenziano quanta parte dell’investimento è riconducibile ad un’attività non rischiosa (pari nel caso di specie a 798,5 euro) e quanta parte invece ad un’attività rischiosa (pari nel caso di specie a 114,5 euro). Occorre al riguardo sottolineare che la quota relativa alla “componente non rischiosa” non deve essere confusa con la porzione dell’investimento che sarà sicuramente restituita a scadenza in quanto il suo valore può essere ridotto dalle perdite derivanti dalla “componente rischiosa”.

La rappresentazione probabilistica dei possibili risultati del prodotto a scadenza, impliciti nel valore del fair valueal momento dell’investimento, mostra una probabilità del 19,36% di conseguire un risultato negativo ed ottenere in media la restituzione di 476,8 euro rispetto ai 1000 euro investiti (equivalente ad un rendimento medio annuo negativo pari al -11,61%) e ad una probabilità dell’ 80,64% di conseguire un risultato positivo ed ottenere in media la restituzione di 1102,8 euro rispetto ai 1000 euro investiti (equivalente ad un rendimento medio annuo positivo pari a 1,64%).

Il grado di rischio del prodotto è MEDIO ALTO in considerazione del livello di variabilità del prezzo cui risulta esposto il prodotto lungo la sua vita ed alla luce delle misure sintetiche sopra descritte.

Le informazioni riportate nella scheda informativa hanno esclusivamente carattere informativo e non vogliono in alcun modo configurare una valutazione sulla convenienza economica dei prodotti finanziari. Si precisa, inoltre, che la rappresentazione probabilistica del prezzo non ha carattere previsionale ma il solo scopo di rendere esplicite ai risparmiatori le probabilità dei possibili risultati implicite nel prezzo del prodotto (determinato sotto l’ipotesi di non arbitraggio) che sono nella disponibilità degli emittenti e/o intermediari offerenti