Stampa
Visite: 271
 
Sotheby's, prestigiosissima casa d'aste fondata nel 1744,
 
allunga la lista degli attori che accettano pagamenti con le cripto.
 
Per adesso, dichiara che accetterà Bitcoin ed Etere, oltre i dollari,  per il pagamento di un'opera dell'artista inglese Banksy, "love in The Air".
 
Era già accaduto il mese scorso per l'opera dell'artista digitale Beeple.
 
Se sarà, saranno molti soldi (stima tra 3 e 5 milioni di dollari) e l'operazione si perfezionerà grazie alla partnership attivata con Coinbase.
 
Anche Mastercard ha annunciato il suo ingresso nell'ambiente delle criptovalute.
 
Morgan Stanley e Goldman Sachs, grandi banche di Wall Street, sono già impegnate per offrire ai loro clienti gestioni patrimoniali in Bitcoin.

Il Bitcoin è entrato anche nei bilanci di Tesla e Square e Tesla accetta Bitcoin per pagare le sue auto.

A questo punto si apre il tema dell'implicazione fiscale implicita in operazioni di acquisto/pagamento con la moneta virtuale.

Pagare con una cripto, equivale alla vendita della cripto ed  espone alla tassazione sul differenziale di carico e vendita. Oltre a questo, appunto, la vendita/acquisto dell'auto o altro bene o servizio.

Si tratta di questioni dall'impatto rilevante tenuto conto del fatto che nell'ultimo anno Bitcoin ha cumulato una crescita pari al 90%, mentre Ether, nel 2021, ha totalizzato il più 360%.

Il mondo sta cambiando velocemente, non solo per l'effetto del Covid-19.