Nella giornata del 2 febbraio si è svolta l'audizione del Presidente Vegas alla VI Commissione Finanze e Tesoro del Senato nell'ambito dell'indagine conoscitiva sui rapporti tra banche e imprese con particolare riferimento agli strumenti di finanziamento

Pin It

Commenta (0 Commenti)

alt

Modifiche al regolamento di attuazione del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, concernente la disciplina degli emittenti, adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e al regolamento recante norme di attuazione del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 in materia di mercati, adottato con delibera n. 16191 del 29 ottobre 2007 e successive modifiche

Pin It

Commenta (0 Commenti)

La Commissione Consob ha sottoposto alla consultazione dei partecipanti al mercato un documento che contiene proposte di modifica del regolamento emittenti (Re), in attuazione delle deleghe contenute negli artt. 147-ter, comma 1-ter, e 148, comma 1-bis, del Tuf, come modificati dalla legge 12 luglio 2011, n. 120, in materia di equilibrio tra generi nella composizione e nomina degli organi sociali delle società quotate (cc.dd. “quote rosa”).

Il 12 luglio 2011 è stata approvata la legge n. 120 con la quale, analogamente a quanto avvenuto in diversi ordinamenti europei, sono state introdotte in Italia le quote di genere per la composizione degli organi sociali delle società quotate (nonché delle società a controllo pubblico).

I nuovi commi 1-ter dell’art. 147-ter e 1-bis dell’art. 148 del Tuf impongono alle società quotate il rispetto di un criterio di composizione di genere degli organi sociali, in base al quale al genere meno rappresentato spetta almeno un terzo degli organi di amministrazione e controllo.

Pin It

Commenta (0 Commenti)

In Italia esistono due mercati regolamentati di strumenti finanziari derivati accessibili agli investitori retail entrambi gestiti da Borsa Italiana: il SeDex, dove sono trattati covered warrant (CW) e altri strumenti derivati cartolarizzati, e l'IDEM, dove sono invece trattate opzioni su singole azioni o sull'indice azionario FtseMib. Alcuni strumenti negoziati sui due mercati sono perfettamente identici sotto il profilo economico-finanziario, trattandosi di opzioni con stesso sottostante, scadenza e strike price, ma sono scambiati a prezzi significativamente diversi.

Pin It

Commenta (0 Commenti)

alt

L'Esma (European Securities and Markets Authority), l’autorità europea per i mercati finanziari alla quale partecipa anche la Consob, ha pubblicato il parere finale per la regolamentazione dei fondi alternativi che ricadono sotto la direttiva Aifmd (Directive on Alternative Investment Fund Managers). Il documento (Esma/2011/379) è stato elaborato dal gruppo di esperti sul risparmio gestito guidato dal presidente della Consob, Giuseppe Vegas, all’esito di ampie consultazioni dei partecipanti al mercato (v. “Consob Informa” n. 29 e n. 33/2011). Il testo è stato trasmesso il 16 novembre 2011 alla Commissione europea che metterà a punto le relative misure di attuazione sulla base del parere dell’autorità europea.
 
La regolamentazione proposta dall’Esma definisce una cornice normativa complessiva per i fondi alternativi (principalmente hedge funds, fondi di private equity e di real estate), per le società di gestione e per le banche depositarie. Il documento intende inoltre contribuire agli obiettivi della direttiva Aimfd: aumentare la trasparenza, prevenire l’insorgere di rischi sistemici e conseguire una più ampia tutela degli investitori. Il parere indica, tra l’altro, i principi generali e le soglie dimensionali che consentono di valutare se un gestore sia o meno assoggettato alla direttiva,  unitamente ai requisiti di trasparenza e alle condizioni di impiego della leva finanziaria che dovranno essere adottati dalle società di gestione.
Pin It

Commenta (0 Commenti)