BANNER LUCANO SAM

Roma, 1 luglio 2021 - A cura di Marketude

Tonucci & Partners, con i partner Benedetto Blasi, Francesca Perri e la Counsel Hélène Thibault

sarà fra i relatori della conferenza “NFT: come la blockchain rivoluziona la creator economy”, che si terrà negli spazi di Wire Coworking Space, a Roma, giovedì 8 luglio alle ore 11.

Dall’applicazione al mondo dell’arte a quello del food, passando per la musica e il calcio.

È trasversale l’interesse per gli NFT, i non-fungible token: asset digitali unici nativi della blockchain che li convalida e ne certifica l’unicità, l’effettivo diritto del possessore su opere d’arte, brani musicali, cimeli sportivi, meme popolari e addirittura tweet.

Non solo figurine digitali ma un sigillo certificato della proprietà di una risorsa digitale unica nel suo genere, abilitata a gestire diritti d'autore e royalties.

Gli NFT apprezzati da artisti e collezionisti, pronti per conquistare una platea ben più ampia e “pop” rispetto a quella dei soli “crypto-savvy”.

Una materia che tuttavia resta complessa e apre a molti interrogativi soprattutto legati agli aspetti legali. La nuova frontiera degli NFT: opportunità o bolla destinata a scoppiare?

“Lo Studio conferma la sua attenzione verso quei nuovi fenomeni come gli NFT (‘Non Fungible Token’) che sempre più stanno acquistando interesse da parte degli investitori e, più in generale, da chi segue con attenzione l’impatto che lo sviluppo del settore digitale ha nella vita di tutti i giorni.

Siamo lieti di poter approfondire questo tema negli spazi di Wire; con i nostri professionisti, il legal desk che qualche mese fa abbiamo avviato negli spazi del coworking è in grado di offrire assistenza legale anche in merito a questo interessante strumento” - ha dichiarato Benedetto Blasi, partner di Tonucci & Partners, responsabile del progetto del Legal Desk nato in partnership con Wire.

“Volatilità, univocità e autenticità: queste le caratteristiche che hanno reso gli NFT lo strumento tecnologico ideale per lo sviluppo di nuove frontiere del collezionismo non solo nel settore della crypto art che ha destato un notevole clamore ma anche in quelli dello sport, della musica, dei videogiochi, degli e sports.

In sostanza il valore del contenuto creato, grazie agli NFT, si lega così in maniera indelebile all’intrinseca e durevole certezza di originalità conferita dalla blockchain.

L’impatto della struttura decentralizzata delle distributed ledger techonolgies (DLT) - hanno aggiunto Francesca Perri e Hélène Thibault, rispettivamente partner e Counsel di Tonucci & Partners - definisce una nuova forma della cosiddetta. ‘creator economy’.

Grazie allo scambio di contenuti digitali decentralizzato, chi crea può controllarne ogni livello di realizzazione, l’eventuale elaborazione e evoluzione di quanto è comunicato e protetto grazie agli NFT.

Seppure gli investimenti in questo ambito possano risultare piuttosto rischiosi, sono in molti a domandarsi (forse a ragione) se il fenomeno, i cui contorni non appaiono privi

di incertezze, costituisca l’ennesima frontiera speculativa. Certo è che i contenuti digitali, a causa dell’interconnessione di questi strumenti tecnologici, hanno iniziato ad attirare l’attenzione anche dei grandi investitori, spinte da margini di guadagno davvero interessanti”. “Innovazione, idee e visioni.

Wire si conferma polo attrattivo per startup, imprese e professionisti che guardano al futuro e sviluppano progetti pionieristici. Il dibattito sugli NFT è appassionante e grazie al contributo di esperti, imprenditori e realtà che si occupano della materia forniremo un valido supporto, a chi vorrà saperne di più confrontandosi con interlocutori di prestigio” - afferma Lucrezia Maisto, Office Manager di Wire Coworking Space.

Tra gli interventi già confermati anche quelli di:

Andrea Baronchelli, della City University of London;

Valeria Portale, Direttore dell'Osservatorio Blockchain & Distributed Ledger del Politecnico di Milano;

Riccardo Carnevale, HoE Starting Finance e cultore della blockchain all'Università Guglielmo Marconi di Roma;

il team di Stionize, startup fintech che ha realizzato il progetto Cryptolovelocks;

pOsti, il primo food concept che valorizza le ricette tradizionali delle regioni italiane e dei suoi osti unendole a una narrazione e certificazione attraverso strumenti digitali.

 

 

 

 

 

 

 

 

Pin It

Commenti offerti da CComment