Stampa
Categoria: DAL MONDO
Visite: 187

Redazione, 9 luglio 2021.

E' noto che gli svizzeri siano specialisti della finanza e dell'attività bancaria.  Per primi, in Europa, aprono alle cripto e ne regolamentano l'uso.

La Svizzera è tra i primi paesi a disporre di una normativa chiara che disciplini l’uso della blockchain e dei prodotti che ne derivano sul mercato finanziario. Vedremo se queste leggi la porteranno a “spodestare” Malta dal ruolo di “isola del tesoro” scriveva Dario Oropallo, su Tomshw.it.

Il Diritto Federale Svizzero si appresta al varo di una legge per l'adeguamento agli “sviluppi della tecnologia dei registri distribuiti”, ovvero alla tecnologia Blockchain e ci sta lavorando dal settembre 2020.

la modifica riguarda anche il Codice delle Obbligazioni prevedendo anche per queste l'uso della tecnologia Blockchain.

Anche  la Consob, in verità, ha espresso la necessità di misure in ambito europeo.

Ma, la Svizzera si è già mossa, libera da vincoli.

 

Già dal 1 agosto 2021, dovrebbero essere efficaci una serie di atti normativi che accrescono le garanzie offerte agli investitori. 

Da anni, la Svizzera attrae l'attività delle cripto aprendo ad esse.