Stampa
Categoria: DALL'ITALIA
Visite: 145

Giannina Puddu, 20 maggio 2021.

Ci sono rarissimi casi nei quali la domanda

anticipa l'offerta di prodotti non ancora disponibili sul mercato.

Questo, è certamente, uno tra questi.

Le misure di cosiddetto "ristoro" previste per la piccola, la media impresa italiana e le partite IVA, si conferma, nel racconto dei diretti interessati, ogni giorno per chi abbia orecchie per ascoltare, sono infinitamente lontane da ciò che dovrebbero essere.

I soldi che sono arrivati rappresentano una percentuale irrisoria dei danni subiti dagli imprenditori coinvolti per essere sacrificati, solo loro, per la salute di tutti.

In moltissimi casi, questi bonifici non sono proprio mai arrivati e di questo abbiamo contezza diretta e indiretta.

Non è difficile capire la leggerezza che muove, in questa direzione sbagliata e inadeguata, i nostri parlamentari.

Spesso si tratta di persone che non hanno neppure la più pallida idea di cosa sia, in Italia, dedicarsi all'attività di impresa o alla libera professione.

Sono esercizi che prevedono che si mangi, ogni giorno, solo a condizione di avere la capacità e la voglia di generare risultati.

Non basta esserci, timbrare il cartellino, occupare una sedia o avere un ruolo.

Lo sbattimento è la regola.

L'ansia è la costante.

L' ansia da prestazione per cui se non  fai tutto ciò che è previsto che tu faccia, anche quando sei stanco, anche quando stai male, anche quando vorresti rilassarti, anche quando te ne andresti in vacanza o ti bulleresti (milanesismo) su un divano, sono cavoli amari!

Eppoi, gli investimenti iniziali che devi far fruttare per non perderli e per non perderti, magari con tutta la tua famiglia.

Di tutto ciò, cosa sanno quelli che governano il nostro Paese?

Troppo poco e neppure si osserva la volontà di ascoltare e ancor meno di tenere conto delle ragioni, oggettive e indiscutibili, dei malcapitati sotto la scure dei divieti e delle restrizioni per Covid.

Resta solo una via, la disponibilità di tante magiche bacchette che, con un lieve tocco, possano trasformare in oro il fango nel quale annaspano milioni di piccoli e medi imprenditori e le cosiddette partite IVA.

Quindi, urge la produzione in quantità massicce, di bacchette magiche, nuove fiammanti.

Si invitano tutti quelli che ne abbiano la capacità ad avviare il nuovo e profittevole business per una massa di clienti già in coda e in trepida attesa.