Stampa
Categoria: DALL'ITALIA
Visite: 92

Reggio Emilia, 22 giugno 2021. A cura di Relazioni esterne Credito Emiliano S.P.A.

L’Assemblea straordinaria degli Azionisti di Credem,

presieduta da Lucio Igino Zanon di Valgiurata, ha approvato ieri: 

Si ricorda che, previa autorizzazione pervenuta dalla Banca Centrale Europea ai sensi dell’art. 57 del Testo Unico Bancario, il progetto di fusione era stato approvato in data 7 maggio 2021 dai Consigli di Amministrazione di Credito Emiliano e di Cassa di Risparmio di Cento.

L’operazione consentirà ad entrambe le realtà di beneficiare di importanti sinergie, grazie al forte radicamento territoriale della Cassa di Risparmio di Cento ed all’ampia e competitiva gamma di servizi specialistici offerti dal Gruppo Credem.

Il gruppo bancario ferrarese è una primaria realtà bancaria, controllata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cento, con una storia di oltre 160 anni a supporto del territorio: a fine 2020, serviva oltre 71 mila Clienti attraverso 408 persone, una rete di 42 filiali e 5 Centri Private e Wealth Management, prevalentemente distribuiti tra le provincie di Ferrara, Modena, Bologna e Ravenna, con una Raccolta Complessiva da Clientela per 4,1 miliardi di euro ed Impieghi alla Clientela per 3 miliardi di euro.

Il Gruppo Credem, tra i principali istituti bancari italiani e tra i più solidi d'Europa, è presente sul territorio in 19 regioni con 598 tra filiali, centri imprese, centri small business e negozi finanziari, 6.288 dipendenti, 839 consulenti finanziari e 490 tra agenti e collaboratori di Avvera.

Il Gruppo opera con 14 società specializzate in diversi settori di attività quali wealth management, leasing, factoring, finanziamenti ai privati, assicurazioni. Reggio Emilia, 21 giugno 2021