Dopo lunghi negoziati è stato raggiunto ieri un accordo di compromesso tra il Parlamento e il Consiglio Ue su nuove regole per un mercato dei derivati più trasparente e sicuro. In particolare, la stretta riguarda gli scambi di derivati Otc (Over the counter), in cui l'Esma, l'Autorità europea di supervisione dei mercati avrà un ruolo più forte nella sorveglianza delle controparti centrali, dove dovranno essere registrati tutti i contratti dei derivati, non solo gli Otc.

«L'era dell'opacità e delle transazioni oscure è finita», ha commentato soddisfatto il commissario Ue al mercato interno Michel Barnier, sottolineando che l'accordo raggiunto ieri tra gli eurodeputati e gli stati membri è una «tappa essenziale per ripristinare la fiducia nel settore finanziario e permettere che questo funzioni su basi solidi per assicurare il ritorno a una crescita duratura dell'economia reale». Con il testo di regolamento su cui è stata raggiunta un'intesa, che dovrà ora ricevere il via libera dal Consiglio e dalla plenaria dell'Aula di Strasburgo, tutte le informazioni relative alle transazioni sui prodotti derivati scambiati in Europa dovranno infatti essere raccolte da registri centrali di dati in modo da renderli accessibili a tutte le autorità di supervisione, compresa l'Esma. In questo modo, ha sottolineato ancora Barnier, ci sarà una «visione d'insieme chiara delle operazioni che si svolgono su questi mercati».

Pin It

Commenti offerti da CComment

BANNER LUCANO SAM