BANNER LUCANO SAM

 

Conferma dell'iscrizione di "Armonia Sim spa" nell'albo delle Sim nella nuova denominazione "Marzotto società di intermediazione mobiliare spa", in forma abbreviata "Marzotto Sim spa"

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA' E LA BORSA

VISTA la legge 7 giugno 1974, n. 216 e successive modificazioni;

VISTO il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 e successive modificazioni;

VISTO il regolamento concernente la disciplina degli intermediari approvato con propria delibera n. 16190 del 29 ottobre 2007 e successive modificazioni;

VISTO il regolamento adottato congiuntamente con Banca d'Italia con provvedimento del 29 ottobre 2007;

VISTA la propria delibera n. 11760 del 22 dicembre 1998 con la quale è stato istituito l'Albo delle SIM e delle imprese di investimento extracomunitarie ai sensi dell'art. 20, comma 1, del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58;

VISTA la propria delibera n. 15542 del 29 agosto 2006, con la quale "Thesaurum Società di Intermediazione Mobiliare S.p.A." o, in forma abbreviata, "Thesaurum SIM S.p.A." è stata iscritta nell'Albo delle SIM ed autorizzata alla prestazione dei servizi di negoziazione per conto terzi, collocamento senza preventiva sottoscrizione o acquisto a fermo, ovvero assunzione di garanzia nei confronti dell'emittente, gestione su base individuale di portafogli di investimento per conto terzi, ricezione e trasmissione di ordini nonché mediazione, di cui all'art. 1, comma 5, rispettivamente, lettere b), c), d) ed e) del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58;

VISTO l'art. 19, comma 8, del decreto legislativo 17 settembre 2007, n. 164, in forza del quale Thesaurum SIM S.p.A. è risultata autorizzata, a decorrere dal 1° novembre 2007, anche alla prestazione del servizio di investimento di consulenza in materia di investimenti di cui all'art. 1, comma 5, lettera f) del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58;

VISTA la propria delibera n. 16216 del 13 novembre 2007 con la quale, ai sensi del decreto legislativo 17 settembre 2007, n. 164, è stato aggiornato l'albo delle SIM riportante l'autorizzazione di Thesaurum SIM S.p.A. alla prestazione dei servizi di investimento di esecuzione di ordini per conto dei clienti, collocamento senza assunzione a fermo né assunzione di garanzia nei confronti dell'emittente, gestione di portafogli, ricezione e trasmissione di ordini, consulenza in materia di investimenti, di cui all'art. 1, comma 5, rispettivamente, lettere b), c-bis), d), e) ed t) del decreto legislativo n. 58/1998;

VISTA la propria delibera n. 16912 del 3 giugno 2009, con cui è stata confermata l'iscrizione della società nell'Albo delle SIM, nella nuova denominazione di "Armonia Società di Intermediazione Mobiliare S.p.A." o, in forma abbreviata, "Armonia SIM S.p.A.";

VISTA la propria delibera n. 17208 del 9 marzo 2010, con la quale Armonia SIM S.p.A. (già Thesaurum SIM S.p.A.) è stata autorizzata, su istanza, all'esercizio anche del servizio di negoziazione per conto proprio di cui all'art. 1, comma 5, lett. a) del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58;

VISTA la comunicazione, pervenuta in data 7 ottobre 2011, con la quale Armonia SIM S.p.A. ha trasmesso copia del verbale dell'assemblea straordinaria del 15 settembre 2011, avente ad oggetto la modificazione della denominazione sociale in "Marzotto Società di Intermediazione Mobiliare S.p.A.", in forma abbreviata "Marzotto SIM S.p.A.", nonché copia del nuovo Statuto sociale;

RITENUTO che non sussistano elementi ostativi alla variazione, nell'Albo di cui all'art. 20, comma 1, del decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58, della denominazione sociale dell'intermediario;

D E L I B E R A:

E' confermata l'iscrizione, nell'Albo di cui all'art. 20, comma 1, del decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58, di ARMONIA SIM S.p.A. nella nuova denominazione sociale di "MARZOTTO Società di Intermediazione Mobiliare S.p.A.", in forma abbreviata "MARZOTTO SIM S.p.A.", con sede in Milano.

La presente delibera verrà portata a conoscenza della MARZOTTO SIM S.p.A. a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, ovvero nei modi e nei termini di legge, e pubblicata nel Bollettino della Consob.

Avverso tale provvedimento è proponibile ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio entro sessanta giorni dalla data di comunicazione.

Pin It

Commenti offerti da CComment