DOPO LA GERMANIA, ANCHE L'ITALIA SI ORGANIZZA PER LA MANCANZA DEL GAS.

DOPO LA GERMANIA, ANCHE L'ITALIA SI ORGANIZZA PER LA MANCANZA DEL GAS.

Redazione, 2 aprile 2022.

Il Governo Draghi ha attivato lo stato di pre-allarme per la mancanza di gas.

Gazprom potrebbe rallentare o bloccare la fornitura all'Italia, paese dichiaratamente ostile alla Russia.

Al posto dei colori, stavolta, intervengono i gradi...

Il Presidente del Consiglio ha dato l'annuncio in Parlamento, sentito il Ministero della Transizione ecologica, il Comitato tecnico di emergenza e monitoraggio del sistema gas nazionale.

Primo stadio, il pre-allarme, poi, l'allarme, infine l'emergenza.

Al terzo stadio, scattano misure straordinarie:

  • utilizzo dello stoccaggio strategico,
  • riduzione delle soglie di temperatura massima per il riscaldamento,
  • interruzione programmata delle forniture per il settore industriale, compresi gli  impianti termoelettrici di produzione dell’elettricità che, per il 60%, è prodotta con  centrali termoelettriche a gas.

Prepariamoci, organizziamoci....


  • CITI FABIANO
    CITI FABIANO
    Pensavo che i " migliori" ci facevano essere primi almeno in qualcosa..... Queste sono le politiche che negli ultimi 30/40 anni ci hanno ridotto ad essere un vagone di un treno che se, la motrice dice di staccarci siamo ai tempi delle candele. È oltre tutto importante far capire che il ns paese è stato poco attento ma, la UE intera lo è stata, troppo attenta a altre cose come allargarsi senza diventare potenza, senza rendersi indipente a sufficienza da USA, Nato, Cina e Russia. Ma certamente nessuno alzerà un dito per dire che forse si è sbagliato in passato ma, avranno il coraggio di chiederci nuovi sacrifici. A tirar la corda....
    8 months addietro Reply  Like (0)

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.